News

Schema di regolamento per la ripartizione dell’incentivo delle funzioni tecniche: il Ministero degli Interni deve riformulare la richiesta di parere

Il Consiglio di Stato sospende la pronuncia del parere sullo schema di regolamento recante norme per la ripartizione dell’incentivo per funzioni tecniche, di cui all’art. 113 c.c.p. al personale dell’amministrazione civile dell’Interno,in attesa degli adempimenti a carico del Ministero degli Interni, dal momento che la nota di trasmissione della relazione, con cui il Ministero richiedeva il parere, non rispetta e non presenta i requisiti e contenuti minimi necessari per essere trattata come richiesta di parere.

 

La richiesta risulta essere, infatti, carente in quanto mancano: la necessaria autorizzazionedell’Autorità politica (Ministro o Sottosegretario munito di idonea delega); la relazione illustrativa, l’A.I.R. e il V.I.R..

Inoltre, la nota non presenta neppure i requisiti e i contenuti minimi per poter essere trattato come un quesito formulato al Consiglio di Stato in sede consultiva, mancando – anche sotto questo profilo - l’autorizzazionedell’Autorità politica e sul piano sostanziale «non risulta formulato uno specifico e univoco quesito».

 

Occorrerà – spiega il Consiglio – che l’Amministrazione riformuli il quesito o la richiesta di parere in modo formalmente e sostanzialmente ammissibile, decidendo quale delle due strade intraprendere.

 

Leggi dopo