News

Revisione dei prezzi: azione demolitoria o di accertamento? Riflessi sul termine a ricorrere

 

La domanda giudiziale avente ad oggetto la revisione dei prezzi deve essere definita secondo un’indagine di tipo bifasico, volta dapprima all’accertamento dei presupposti per il riconoscimento del compenso revisionale – aspetto per il quale è consentito il giudizio impugnatorio riferito all’atto autoritativo della P.A. e/o al silenzio-rifiuto – ed in un secondo momento alla verifica del quantum debeatur, secondo i meccanismi propri della tutela delle posizioni di diritto soggettivo. Ne consegue che qualunque tipo di provvedimento adottato dall’Amministrazione nell’esercizio della propria attività discrezionale (compreso quello che neghi l’avvio dell’istruttoria di cui all’art. 115, D.Lgs. n. 163 del 2006), deve essere impugnato dal privato che ne assume l’illegittimità nei termini decadenziali del giudizio impugnatorio, anche nel caso di denuncia della nullità delle clausole limitative alla revisione contenute nella lex specialis.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >