News

È nulla e impugnabile entro 180 giorni la clausola che limita la partecipazione alla gara ai raggruppamenti di tipo verticale.

 

È nulla la clausola della lettera d’invito che limiti ai soli RTI di tipo verticale la possibilità di partecipare ad una procedura di evidenza pubblica. Essendo l’istituto del RTI volto ad ampliare la platea dei soggetti partecipanti alle gare, anche ove questi siano privi dei requisiti necessari per partecipare singolarmente, una compressione di tale favor partecipationis basata esclusivamente sull’aspetto organizzativo dei partecipanti risulta essere radicalmente contrastante con la ratio dell’istituto. Tale compressione è da considerarsi nulla poiché viola il principio di tassatività delle cause di esclusione sancito dall’art. 83, co. 8, d.lgs. 50/2016 e come tale va impugnata entro il più lungo termine decadenziale di 180 giorni previsto dall’art. 31, co. 4, c.p.a. per l’azione di nullità.

Leggi dopo