News

La dichiarazione “irrituale”, circa la presenza di gravi irregolarità, non esclude la falsità della dichiarazione

 

La dichiarazione “irrituale” – perché non prevista fra gli atti di gara – allegata alla D.G.U.E., circa l'esistenza di gravi illeciti professionali tali da rendere dubbia la propria integrità o affidabilità, di cui alla lett. c), co. 5, art. 80, d.lgs. n. 50 del 2016, non esclude la falsità di quanto affermato nella D.G.U.E. e nella dichiarazione sostitutiva ai sensi del d.P.R. 445 del 2000 riguardo al possesso di tutti i requisiti ai fini dell'ammissibilità alla procedura: è, quindi, corretta l'esclusione della società, ex lett. f-bis), co. 5, art. 80, d.lgs. n. 50 del 2016, per aver dichiarato il falso.

Leggi dopo