News

Inapplicabilità dei principi della sentenza “Stadt Graz” alle interdittive antimafia

 

In caso di annullamento della risoluzione del contratto di appalto conseguente ad informativa antimafia a sua volta annullata, il risarcimento del danno è dovuto in presenza di dolo o colpa grave della stazione appaltante, non essendo applicabile a tale fattispecie il principio di matrice eurounitaria in forza del quale una qualsiasi violazione degli obblighi sovranazionali in materia di appalti è generatrice di danni a prescindere dall'accertamento della colpevolezza dell'ente aggiudicatore e, dunque, della imputabilità soggettiva della lamentata violazione.

Leggi dopo