News

Il rito speciale non si applica alle procedure selettive per l'affidamento di iniziative di cooperazione allo sviluppo a soggetti privi di scopo di lucro

 

La procedura selettiva, ex art. 19, del D.M. 22/07/2015, n. 113, regolamento recante: «Statuto dell'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo», che ha ad oggetto l'affidamento della realizzazione di iniziative di cooperazione allo sviluppo, ivi inclusi gli interventi internazionali di emergenza, ad organizzazioni della società civile e ad altri soggetti senza finalità lucrative, iscritti all'elenco di cui al comma 3, dell'art. 26, della l. n. 125/2014, deve ritenersi sottratta dall'alveo di applicazione della disciplina dei contratti pubblici e, dunque, anche all'applicazione dell'art. 120, c.p.a.

Leggi dopo