News

Il bando deve essere sempre impugnato entro 30 giorni dalla conoscenza del suo contenuto lesivo

 

La pubblicazione del bando genera una lesione della situazione giuridica per chi intende partecipare alla competizione, ma non può farlo a causa della barriera all’ingresso a quello specifico mercato provocata da clausole di gara insuperabili, perché immediatamente escludenti ovvero che si assumono essere irragionevoli o sproporzionate, e la relativa impugnazione deve essere proposta, in ogni caso, entro il termine di trenta giorni dalla conoscenza del suo contenuto lesivo.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >