News

I principi di certezza, affidamento e sicurezza giuridica impongono all'ANAC il rispetto del termine 180 giorni per concludere il procedimento sanzionatorio

 

Pur in assenza di un'espressa previsione normativa che qualifichi come perentorio il termine di 180 giorni per la conclusione del procedimento sanzionatorio avviato dall'ANAC, i principi di sicurezza giuridica, certezza e affidamento impongono il rispetto di tale scadenza temporale, pena l'illegittimità del provvedimento adottato. Se interpretato attraverso tali principi, infatti, l'art. 8, comma 4, d.lgs. n. 163 del 2006, non impone all'ANAC solo la tempestiva comunicazione dell'apertura dell'istruttoria e della contestazione degli addebiti, ma anche il rispetto del «termine a difesa e del contraddittorio, nonché della comunicazione tempestiva con forme idonee ad assicurare la data certa della piena conoscenza del provvedimento».

Leggi dopo