News

Estensione propria del contratto e riflessi sul termine per ricorrere

 

In caso di estensione c.d. propria del contratto di appalto (caratterizzata dalla facoltà della stazione appaltante di imporre all'operatore economico, durante l'esecuzione, di incrementare la quantità della medesima prestazione, a parità di tutte le altre condizioni, economiche ed esecutive, entro un determinato valore stimato omnicomprensivo) non può essere opposto il termine di decadenza di sei mesi dalla stipula previsto dall'art. 120, comma 2 c.p.a. per il caso di affidamento in violazione degli obblighi di pubblicità in quanto non si è al cospetto di un affidamento senza gara di un contratto nuovo, bensì di un atto unilaterale della procedura di affidamento autonomamente impugnabile.

Leggi dopo