News

Esclusione per “grave infrazione” delle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro: mezzo di prova adeguato e addebito al datore di lavoro

 

La morte di un dipendente durante lo svolgimento dell’attività lavorativa costituisce una “grave infrazione” delle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro se addebitabile alla responsabilità del datore di lavoro. Pertanto, può essere considerato “mezzo adeguato” all’accertamento di tale “grave infrazione”, ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. a) del Codice, ogni documento, anche se proveniente dall’autorità amministrativa (e non solo dall’autorità giudiziaria), che consenta un giudizio sulla responsabilità dell’impresa nella causazione dell’evento alla luce della qualificata ricostruzione dei fatti ivi contenuta.

Leggi dopo