News

Esclusione dell’offerta anomala: atto “dovuto” o provvedimento “sanzionatorio”?

23 Maggio 2019 |

TAR Lazio

Offerte anomale
 

L’esclusione delle offerte anomale, senza alcun intento sanzionatorio, è un atto “dovuto” anche se tali offerte risultano solo apparentemente più vantaggiose per la pubblica amministrazione. Il committente pubblico, difatti, non può attendere l’esito della fase di esecuzione del contratto per verificare se le anomalie delle offerte hanno determinato la non corretta esecuzione delle prestazioni appaltate ovvero se hanno causato danni gravissimi all’interesse pubblico (quali, ad esempio, l’interruzione dei lavori, il grave ritardo nella consegna dell’opera e la necessità di affidamento ad altro operatore).

Leggi dopo