Giurisprudenza commentata

In tema di esclusione dalle gare di appalto per irregolarità fiscali gravi e definitivamente accertate

07 Dicembre 2016 |

Consiglio di Stato

Tassatività delle cause di esclusione

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

È legittima, ai sensi dell'art. 38, comma 1, lett. g), d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, l'esclusione di una società da una gara pubblica per irregolarità fiscale grave e definitivamente accertata. Tale irregola-rità sussiste anche qualora l'aspirante contraente, ammessa al momento di presentazione dell'offerta alla rateizzazione di debiti per imposte e tasse certi, scaduti ed esigibili, non abbia onorato il paga-mento della prima rata entro il termine di cui all'art. 3-bis, comma 3, d.lgs. 18 dicembre 1997, n. 462, ovvero quello di una diversa rata entro il termine di pagamento della rata successiva. In tali casi, la decadenza dal beneficio ha effetto automatico e non ulteriormente deducibile in giudizio a norma dell'art. 19 d.lgs. 31 dicembre 1992, n. 54.

Leggi dopo