Giurisprudenza commentata

Illegittimità dell’affidamento in house in assenza di idonea motivazione e giurisdizione del g.a. sull’inefficacia del relativo contratto

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

È illegittima la scelta di affidamento diretto di un servizio pubblico locale alla società in house se non sorretta da motivazione che esprima l'avvenuta valutazione comparativa delle diverse opzioni previste dall'ordinamento e sia idonea a giustificare una maggiore convenienza del modello gestionale prescelto. Sussiste la giurisdizione esclusiva del g.a. sulla declaratoria di inefficacia del contratto a seguito dell'annullamento dell'affidamento diretto operato a favore della società in house, in ragione del rapporto di immediata presupposizione tra l'affidamento del servizio e la stipulazione del relativo contratto.

Leggi dopo