Giurisprudenza commentata

Il requisito della regolarità contributiva e l’impossibilità di regolarizzazione postuma

16 Maggio 2016 |

Consiglio di Stato

Regolarità contributiva

Sommario

Massima | Il caso | La questione | La soluzione giuridica | Osservazioni |

 

Il requisito della regolarità contributiva deve sussistere fin dalla presentazione dell’offerta e permanere per tutta la durata della gara e del successivo rapporto contrattuale con la stazione appaltante e, pertanto, la relativa originaria carenza non può essere sanata da una regolarizzazione postuma né giustificata dal fatto che l’impresa sia, comunque, in possesso di precedenti DURC che attestino la sussistenza della correttezza contributiva nel periodo passato.

Leggi dopo