Focus

La tutela giurisdizionale e “precontenziosa” nel nuovo codice dei contratti pubblici (d.lgs. n. 50 del 2016)

Sommario

Il nuovo contenzioso in materia di contratti pubblici | Il contenzioso nelle tre direttive del 2014. la salvezza delle procedure di ricorso di cui alla direttiva n. 865/665/CEE. La tutela dell'interesse legittimo del contribuente al corretto svolgimento della procedura | I criteri della legge delega: rimedi alternativi alla tutela giurisdizionale; razionalizzazione del processo di cui all'art. 120 cpa; nuovo rito speciale in materia di ammissioni ed esclusioni, tutela cautelare subordinata all'interesse generale | L'ambito temporale di applicazione della nuova disciplina e il regime transitorio “graduale” riferito alle sole procedure avviate a partire dal 20 aprile 2016 | Le correzioni dell'art. 120 c.p.a. a portata generale | I cambiamenti dell'art. 120 c.p.a. espunti dal testo finale | La nuova tutela cautelare dell'art. 120 e le esigenze imperative connesse a un interesse generale all'esecuzione del contratto | La nuova disciplina applicabile al giudizio di appello e alle altre impugnazioni nel rito di cui all'art. 120 | I limiti al ricorso cumulativo e la suddivisione in lotti | Le “specialissime” regole processuali previsto in materia di esclusioni e di ammissioni. un nuovo e autonomo rito speciale? | Le finalità generali del nuovo rito “superspeciale” | La durata variabile delle diverse fasi di ammissione e selezione delle offerte. la complessità e varietà “qualitativa” del contenzioso relativo alle ammissioni e alle esclusioni | I ricorsi contro le ammissioni degli altri operatori partecipanti alla procedura. legittimità della procedura e oneri gravanti sui soggetti interessati. luci ed ombre della nuova disciplina. il confronto con il rito elettorale in materia di esclusioni e di atti preparatori (art. 129 c.p.a.) | L'ambito oggettivo applicativo del rito specialissimo. criticità. l'impugnazione del “provvedimento” unitario riguardante le esclusioni e le ammissioni dei concorrenti | Il rito superspeciale e la fase preliminare di verifica formale delle offerte, anteriore alla valutazione dei requisiti dei concorrenti. Le esclusioni e le ammissioni nelle fasi successive alla verifica dei requisiti di partecipazione. L'impugnazione degli atti successivi di autotutela incidenti sulle esclusioni e sulle ammissioni | La decorrenza del termine di impugnazione nel giudizio “specialissimo” sulle ammissioni. Il nuovo regime generale delle comunicazioni, la soppressione dell'accesso informale e la disciplina peculiare per il “provvedimento che determina le ammissioni e le esclusioni” | L'impugnazione dell'aggiudicazione per illegittimità derivata dai vizi del provvedimento di ammissione e di esclusione e il contributo unificato | Il rito specialissimo secondo la disciplina di cui al comma 6-bis. Un processo “superspeciale” di terzo grado? | Il giudizio in camera di consiglio: una scelta opinabile | I motivi aggiunti per l'impugnazione di nuovi provvedimenti connessi all'atto di esclusione | Lo svolgimento del giudizio. La comunicazione della data di udienza gli ulteriori termini interni per le attività delle parti. Il differimento (eccezionale) della camera di consiglio o dell'udienza | Il ricorso incidentale nel giudizio “specialissimo”: ambito e regole | L'impugnazione cumulativa del provvedimento di ammissione-esclusione e di altri atti di gara: ammissibilità e rito applicabile | La tutela cautelare nel giudizio “acceleratissimo” di cui al comma 2-bis | L'assenza di una disciplina specifica sullo stand still. la proposizione del ricorso e il possibile sviluppo del procedimento sostanziale di affidamento | La pubblicazione del dispositivo e il deposito della sentenza | Il giudizio di appello e le altre impugnazioni | L'impugnazione dei pareri di precontenzioso e delle raccomandazioni dell'ANAC (art. 211 del d. lgs. n. 50 del del 2016) | La portata del rinvio all'art. 120: termini della notificazione del ricorso e decorrenza. Ulteriori criticità dei pareri di precontenzioso e delle raccomandazioni vincolanti dell'ANAC | È possibile impugnare la determinazione “negativa”, con cui l'ANAC esclude la sussistenza di vizi della procedura? | Il problema della tutela precontenziosa dei cittadini titolari di un “interesse legittimo in qualità di contribuenti a un corretto svolgimento delle procedure di appalto”. Un dovere di pronuncia dell'ANAC? La legittimazione all'esposto degli operatori economici decaduti dal potere di proporre ricorso |

 

Il nuovo codice dei contratti pubblici contiene importanti novità in materia di tutela giurisdizionale e “precontenziosa” dinanzi all'ANAC.

Leggi dopo