Autorità e prassi

Chi esercita il "controllo analogo congiunto” col MEF? L’ANAC propone l’adozione di un regolamento ricognitivo delle società in house

 

L’ANAC ha inviato ai Presidenti di Camera e Senato, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al MEF e al MIT un atto di segnalazione (delibera n. 1209 del 29 novembre 2017, depositata il 6 dicembre 2017) in cui evidenzia l'opportunità di un coordinamento tra le disposizioni in materia di affidamento in house contenute nel T.U.S.P.P. e quelle del Codice dei contratti pubblici, sottolineando, in particolare, la necessità di chiarire il contenuto dell’art. 9 del suddetto T.U., laddove al comma 1, stabilisce, con riferimento alle partecipazioni pubbliche statali, che i diritti del socio pubblico sono «esercitati dal Ministero dell’economia e delle finanze, di concerto con altri Ministeri competenti per materia, individuati dalle relative disposizioni di legge o di regolamento ministeriale».

Leggi dopo