Homepage

News News

Emergenza COVID-19: i chiarimenti ministeriali sulla sospensione dei termini nelle procedure di gara

27 Marzo 2020 | di Andrea Crismani

Circolare MIT.PDF

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La diffusione del virus Covid-19 ha costretto il Governo ad approntare i necessari provvedimenti emergenziali indispensabili alla tutela della salute pubblica e necessari al supporto del sistema economico-finanziario entrato inevitabilmente in sofferenza. Lo stratificarsi di detti provvedimenti ha determinato fisiologicamente alcuni problemi interpretativi ed applicativi, andando ad incidere, da una parte sui cittadini e sugli operatori economici improvvisamente incisi da stringenti limitazioni sulla loro libertà personale ed imprenditoriale, e dall’altra sulle attività delle pubbliche amministrazioni che stanno affrontando notevoli difficoltà nell’espletamento delle attività di propria competenza.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Revoca

27 Marzo 2020 | di Martina Sinisi

La revoca è un atto di autotutela decisoria, con effetti caducatori ex nunc, attraverso il quale l'amministrazione persegue l'interesse pubblico primario ricomparando gli interessi pubblici e quelli privati coinvolti dall'azione amministrativa ed esternando le ragioni che, all'esito di tale ricomparazione, inducono a eliminare o riformare il provvedimento originariamente adottato.

Leggi dopo
News News

La Corte di Giustizia si pronuncia nuovamente sulle Società in house e sugli affidamenti alle stesse

26 Marzo 2020 | di Paolo Provenzano

Corte di Giustizia UE

Affidamento in house

Non sono incompatibili con il diritto dell'Unione europea le disposizioni nazionali che impongono un obbligo di motivazione aggravata in caso di affidamenti diretti a Società in house (art. 192, co. 2, del D.lgs. n. 50/2016) e che non consentono alle amministrazioni di detenere quote minoritarie di partecipazione in un organismo a controllo congiunto.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Partecipazione a una gara da parte di un consorzio di cooperative sociali, la garanzia definitiva deve essere intestata al consorzio ed anche alle cooperative consorziate?

26 Marzo 2020 | di Benedetta Valcastelli

Consorzio stabile

In caso di partecipazione a una gara di appalto da parte di un consorzio di cooperative sociali, la garanzia definitiva deve essere intestata, oltre che al consorzio, anche alle cooperative consorziate? E, in tal caso, la polizza di responsabilità civile, prevista dagli atti di gara in caso di nocumento procurato dall'affidatario alla stazione appaltante e/o a terzi, deve essere prodotta esclusivamente dal consorzio oppure anche dalle consorziate, che eseguiranno materialmente le prestazioni contrattuali?

Leggi dopo
News News

L’Avcpass è l’unica modalità idonea per la prova dei requisiti

25 Marzo 2020 | di Simone Abrate

Tar Lazio

Controllo sul possesso dei requisiti

La trasmissione della documentazione attraverso il sistema Avcpass costituisce l’unica modalità idonea per la prova dei requisiti. L’obbligatorietà del ricorso al sistema Avcpass si desume dall’art. 81, comma 1, del Codice ed è confermata dall’art. 216, comma 13, dello stesso Codice, che non a caso afferma che le stazioni appaltanti “utilizzano” e non già “possono utilizzare” il sistema. Si tratta di norme, di rango primario, idonee ad assumere valenza eterointegrativa del bando.

Leggi dopo
News News

Poteri dell’Anac in materia di annotazione di notizie utili nel Casellario

25 Marzo 2020 | di Simone Abrate

Autorità nazionale anticorruzione

I poteri dell’Anac in materia di annotazione di notizie “utili” sul Casellario, che esistevano anche nella vigenza del codice del 2006, sono poteri di “iscrizione atipica” nell’esercitare i quali l’Anac deve valutare l’utilità in concreto dell’annotazione tenendo conto anche delle difese dell’operatore economico. La pendenza di contenziosi giurisdizionali non è causa legittima di sospensione dei procedimenti sanzionatori.

Leggi dopo
News News

Brevissime considerazioni sulla sospensione dei termini relativi ai procedimenti sui ricorsi amministrativi (tra gli artt. 84 e 103 del d.l. n. 18 del 2020)

25 Marzo 2020 | di Maria Alessandra Sandulli

Dl. n. 18 del 2020

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Nel tourbillon di riflessioni, linee applicative e commenti sulle nuove regole dell’emergenza per il “processo” amministrativo (su cui si v. già i Vademecum di M.A. Sandulli pubblicati su lAmministrativista.it) sembra essersi persa di vista una questione importante: gli effetti del d.l. 18/2020 sui ricorsi amministrativi.

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

Esclusività del sistema Avcpass per la trasmissione della documentazione comprovante i requisiti di partecipazione alle pubbliche gare: ratio e finalità

25 Marzo 2020 | TAR | di Redazione Scientifica

Tar Lazio

Tar Lazio, Roma., Sez. II-ter, 24 marzo 2020, n. 3633.pdf

Autorità nazionale anticorruzione

L’esclusività del sistema Avcpass per la trasmissione della documentazione comprovante i requisiti di partecipazione alle pubbliche gare...

Leggi dopo
News News

Modifica delle quote del RTI: è consentita in sede di soccorso istruttorio?

24 Marzo 2020 | di Valeria Zallocco

Consiglio di Stato

Soccorso istruttorio

Non è ammesso il soccorso istruttorio per consentire a un concorrente di ripartire le quote tra le componenti del RTI diversamente da come indicato in offerta, non avendo rilevanza alcuna la circostanza che la modifica sia nella percentuale minima dello 0,1%. Il soccorso istruttorio, invero, non può essere utilizzato per porre rimedio ad errori contenuti nell’offerta poiché sarebbe, altrimenti, alterato il principio di par condicio tra i concorrenti.

Leggi dopo
News News

Illegittimità dell’operato della Commissione: non è sufficiente l’omogeneità dei giudizi dei singoli commissari

24 Marzo 2020 | di Valeria Zallocco

TAR Lombardia

Commissione giudicatrice

La coincidenza delle valutazioni espresse dai singoli commissari di gara non è idonea, di per sé, a minare il corretto formarsi del giudizio dell’organo collegiale, in quanto l’omologazione dei punteggi non costituisce un sintomo certo di illegittimità. Inoltre, la semplice circostanza che il prodotto offerto in una precedente gara analoga indetta dalla stessa stazione appaltante avesse ottenuto un punteggio maggiore non è sufficiente, in assenza di indici sintomatici di travisamento o illogicità, a dimostrare l’illegittimità dell’operato della Commissione.

Leggi dopo

Pagine